Ricerca

Visite al sito

Corsi...

CORSO TERMINATO

Le Vesti del Perdono

Le Vesti del Perdono
Il progetto della ricostruzione dei costumi della miniatura di Donizone, dedicata al Perdono di Canossa

Costume storico

Questionario

Questionario
Questionario sulla rievocazione storica ed il costume.
Vivere il Medioevo 2014. Powered by Blogger.

Viandanti del blog

Laboratori creativi


Costumi per bambole - Personaggi letterari: Enide



Il costume che qui proponiamo è realizzato per delle bambole della taglia della barbie. Si tratta di un modello liberamente ispirato dal romanzo di Chretien de Troyes di Erec ed Enide. Si tratta di un modello difficile da realizzare, ispirato al XII secolo. L’abito l’ho realizzato con lana morbida ed elastico color panna, con una sopra gonna di pizzo di lana dello stesso colore. Il telo della gonna di sopra è orlato con due giri di lana di filo peloso, come quello in foto. Il mantello invece è ampio con la parte alta che aderisce alle spalle ed il cappuccio ed anch’esso ha l’orlo lavorato a mano all’uncinetto.


Cartamodello

  • Tenere 0,5 cm di margine cucitura per i lembi che vanno attaccati tra loro
  • Tenere 0,5 cm di margine per l’orlo della gonna di lana
  • Margine cucitura per i lati da assemblare del telo gonna di pizzo
  • Nessun margine cucitura per gli orli del telo gonna di pizzo
  • Margine cucitura di 0,5 cm per i lati da assemblare del mantello
                        • Nessun margine di cucitura per l’orlo del mantello

                        Occorrente

                        • 50-70 cm di tessuto di lana color panna x 150 cm di altezza (anche 100 va bene)
                        • 30 cm di tessuto di pizzo di lana
                        • 5 cm x 30 cm di lunghezza di pelle morbida (sintetica tipo dainetto, vanno bene anche ritagli)
                        • Filato tipo quello indicato in foto (1 gomitolo piccolo dovrebbe bastare, anche il più piccolo) unito a filato di cotone sottile
                        • Uncinetto n. 2
                        • Carta per cartamodelli (va bene anche un foglio piccolo, uno grande se fate tanti lavori, altrimenti usate dei ritagli se ne avete in casa)
                        • Automatici trasparenti piccoli o metallici piccoli
                        N.B. Io ho utilizzato dei ritagli di tessuti che avevo in casa, consiglio di fare lo stesso a voi. Se non avete ritagli in casa, provate a sentire presso qualche negozio di tessuti, dove a volte li tengono per le scuole, in genere sono gratuiti.

                        Il colore del tessuto è indifferente, in fin dei conti, potete usare anche un altro colore, io uso il color panna in quanto è più adatto al modello descritto nel romanzo.

                        Procedimento

                        Il procedimento per la realizzazione di questo abitino è quello analogo ad un vestito da persone, basti ricordarsi che bisogna cucirlo tutto a mano , usando per gli orli un punto piccolo tipo sorfilo, con orlo semplice e non doppio (salvo non sia lana che sfilaccia molto allora dovete considerare per le parti dove ho scritto 0,5 cm di margine, fare 1 cm e quindi raddoppiare e fare allora un doppio orlo di 0,5 cm di altezza). Per le parti da assemblare, ai lati da unire applicare il punto sorfilo o il punto indietro, meglio il punto indietro, specie se compatto, che tiene più ferma la trama del tessuto.
                        1. Ricalcate tutte le parti del cartamodello, scrivendovi sopra il numero e il nome del pezzo e sui lati laddove è scritto il lato
                        2. Ritagliate i pezzi e applicateli al tessuto, fermandoli con degli spilli dalla testa grossa. Il ritaglio fa effettuato secondo il seguente schema
                        Abito
                        1 davanti – 1 volta
                        2 dietro – 2 volte
                        3 Telo gonna inf. – 4 volte
                        4 Manica – 2 volte

                        Telo gonna superiore
                        3 Telo gonna inf. – 2 volte
                        5 Telo gonna sup. – 2 volte

                        Mantello
                        6. Parte alta mantello, coprispalle – 1 volta
                        7. Telo mantello inferiore – 4 volte
                        8. Cappuccio – 2 volte
                        9. Cintura – 1 volta
                        1. Per il dietro dell’abito, il disegno è da considerare che sono due pezzi che si devono aprire per l’allacciatura.
                        2. Fate prima tutti gli orli. Per le cuciture usate un ago piccolo e sottile e filo in tinta di cotone o poliestere.
                        3. Assemblate i lembi della gonna ed attaccateli al corpino, facendo attenzione a mettere il telo gonna inferiore sotto e quello superiore sopra.
                        4. Se il collo del corpino è troppo largo, arricciatelo leggermente e poi decorate il bordo con del filo di quello indicato, usando un ago da ricamo e punto catenella.
                        5. Applicate i bottoni (3 al massimo equidistanti) dietro per l’allacciatura.
                        6. Assemblate i lembi del mantello e poi unirli alla parte alta.
                        7. Unire i lembi del cappuccio nelle parti indicate
                        8. Unire il cappuccio al mantello

                        Decorazione degli orli

                        Gonna superiore

                        Con l’uncinetto praticate un piccolo foro nel tessuto, vicinissimi all’orlo, fermate il punto e iniziate il primo giro partendo dalla vita della gonna a sinistra, forando ad punto la stoffa, tirando su il filo e raccogliendolo di nuovo. Usate insieme il filo di cotone e quello di lana. Nel secondo giro usate il punto basso. Fate punti vicini e morbidi, ma non troppo larghi, il risultato è un effetto pelliccia morbida. Siccome il pizzo di lana può essere non regolare nell’orlo, cercate di riempire senza però creare arricciature o strappi, i buchi del taglio.

                        Mantello

                        Usate la stessa tecnica del telo gonna superiore, partendo dal cappuccio a sinistra. Potete chiudere il mantello definitivamente con ago e filo di quello usato per la finta pelliccia.

                        Cintura

                        Per la cintura ritagliate il pezzo del cartamodello corrispondente senza orli in assoluto, in quanto la pelle non ne necessita in questo caso. nel lembo non appuntito piegate di circa 1 cm e con un ago dalla cruna dorata e appuntito, lungo possibilmente, filo in tinta, fate un punto tipo sorfilo. Mettete alla vita della bambola facendo passare la punta nel foro artificiale, facendo in modo che la fibbia sia a sinistra e la punta a destra.

                        Download


                        0 commentarium:

                        Posta un commento

                        Gentile Viandante, il tuo commento sarà pubblicato non appena approvato dall'Amministratore entro 24h. Si raccomanda di non usare questo spazio per fare commenti o domande su argomenti che non centrano con quanto scritto nel post che ti accingi a commentare. Se hai delle richieste specifiche clicca qui: Scrivici. Non si risponde tramite questo servizio poiché non sempre vi è la certezza che l'utente riceva o legga la risposta. Puoi usare questo spazio anche per esprimere apprezzamenti, nel rispetto delle norme della buona educazione e del regolamento del sito.

                        Gli utenti che utilizzeranno questo spazio per scrivere insulti a noi o altri utenti del blog, bestemmie o inviare link con virus o materiale illegale, saranno segnalati alla Polizia Postale.