Ricerca

Visite al sito

Corsi...

CORSO TERMINATO

Le Vesti del Perdono

Le Vesti del Perdono
Il progetto della ricostruzione dei costumi della miniatura di Donizone, dedicata al Perdono di Canossa

Costume storico

Questionario

Questionario
Questionario sulla rievocazione storica ed il costume.
Vivere il Medioevo 2014. Powered by Blogger.

Viandanti del blog

Laboratori creativi


Tunica maschile altomedievale con spacco frontale e bordura doppia (VII-XI sec.)

Realizzata in cotone nero, colore ottenuto in epoca medievale dalle galle di quercia (Quercus gen., Fagacee) ma anche dal mallo delle noci (Juglans regia, Juglandaceae), che anneriva all’aria. Il tessuto nel nostro caso è stato comprato già colorato e non tinto in casa. La tunica ha un taglio a T con mezza manica e sul davanti presenta uno spacco che aveva la funzione in epoca medievale di agevolare il movimento, specie perché era una forma di tunica indossata soprattutto da figure militari. In altri casi gli spacchi erano due: frontale e posteriore, per facilitare ulteriormente il movimento sulle cavalcature. La tunica è realizzata interamente a mano; ha una doppia bordura sul collo e sulle maniche mentre è singola sul gonnellino. Le prime tuniche medievali erano dritte e non avevano un gonnellino ampio, venuto successivamente. La passamaneria in uso anticamente in forma di trine, era nota in epoca medievale anche se non usatissima. In questo caso è stata scelta una passamaneria con un motivo semplice ad onde, in due colori ed è stata applicata a mano con punti piccoli. La camicia è la stessa usata nel primo costume e, avendo funzione di indumento intimo, anche in epoca medievale non veniva cambiata spesso. Il mantello abbinato alla tunica è invece in lana grossa, anch’esso nero e con taglio semicircolare a 2/4, lungo. Cucito anch’esso interamente a mano, il mantello presenta il cappuccio dal taglio semplice e con una specie di mantellina corta inserita nel mezzo. Il cappuccio non era usatissimo nei primi secoli che seguirono la caduta dell’Impero Romano d’Occidente e la loro origine non è chiara, ma entrarono ufficialmente a far parte della moda solo verso la fine del Medioevo quando oltre a ricoprire una funzione protettiva assunsero anche quella estetica. I mantelli in alcuni casi, specie quelli che avevano la chiusura frontale, tendevano ad avere o una spilla o una benda cucita che univa le due estremità del mantello.

 

 

Esposizione del costume (3)Esposizione del costume (17)

 

Esposizione del costume (20)Esposizione del costume (22)

 

Dettagli del costume

Esposizione del costume (5)

 

Esposizione del costume (6)

 

Esposizione del costume (12)

0 commentarium:

Posta un commento

Gentile Viandante, il tuo commento sarà pubblicato non appena approvato dall'Amministratore entro 24h. Si raccomanda di non usare questo spazio per fare commenti o domande su argomenti che non centrano con quanto scritto nel post che ti accingi a commentare. Se hai delle richieste specifiche clicca qui: Scrivici. Non si risponde tramite questo servizio poiché non sempre vi è la certezza che l'utente riceva o legga la risposta. Puoi usare questo spazio anche per esprimere apprezzamenti, nel rispetto delle norme della buona educazione e del regolamento del sito.

Gli utenti che utilizzeranno questo spazio per scrivere insulti a noi o altri utenti del blog, bestemmie o inviare link con virus o materiale illegale, saranno segnalati alla Polizia Postale.