Ricerca

Visite al sito

Corsi...

CORSO TERMINATO

Le Vesti del Perdono

Le Vesti del Perdono
Il progetto della ricostruzione dei costumi della miniatura di Donizone, dedicata al Perdono di Canossa

Costume storico

Questionario

Questionario
Questionario sulla rievocazione storica ed il costume.
Vivere il Medioevo 2014. Powered by Blogger.

Viandanti del blog

Laboratori creativi


Tunica maschile anglosassone (V-VII sec. d.C.)

La tunica, completa di mantello, è ispirata alla figura di Guglielmo il Conquistatore (1028-1087), Re d’Inghilterra dal 1066 alla sua morte, così come è rappresentato anche nell’Arazzo di Bayeux, nella scena del giuramento da parte di Aroldo. La tunica è realizzata interamente a mano, in tessuto di lana marrone, con taglio a T e dritta. Sulla scollatura circolare sono ricamati a punto raso dei motivi celtici, riprodotti spesso anche in forme più complesse nei manoscritti iberno-sassoni e in quelli della Francia dei secoli dal VI al IX. La bordura del collo è invece realizzata a punto catenella, in uso già presso i bizantini. Non sono abbinati alla tunica ed alla camicia né pantaloni né brache, poiché i primi non esistevano ancora e le brache erano usate raramente. Non esistevano nemmeno le vere e proprie mutande, ma una loro forma primitiva ed erano usate da tutti, inclusa l’aristocrazia. Quando utilizzate sia le brache sia le mutande erano realizzate in genere in lana o lino (a seconda della stagione) ma si usava anche non indossare nulla sotto la tunica, tenendo le gambe nude e proteggendosi i piedi solo con calze suolate. Il mantello è corto, anch’esso di lana, più grossa però rispetto a quella usata nella tunica e presenta sulla superficie esterna una leggera peluria. Il taglio è semicircolare e si chiude sulla spalla secondo lo stile bizantino. Il taglio del mantello lo si ritrova fin dall’antichità e a variare nel corso dei secoli fu la lunghezza: in epoca anti carolingia era molto lungo, avendo la funzione anche di coperta e veniva indossato anche andare a dormire, ma successivamente la moda lo accorciò drasticamente, ponendo la chiusura in posizione centrale e facendone una parte dell’abbigliamento quotidiano. I mantelli lunghi tornarono in uso occasionalmente nei secoli successivi e la chiusura su un lato tornò di moda verso la fine del Medioevo.

 

 

Esposizione costume (10)Esposizione costume (12)

 

Esposizione costume (16)Esposizione costume (14)

 

Esposizione costume (19)Esposizione costume (22)Esposizione costume (24)

0 commentarium:

Posta un commento

Gentile Viandante, il tuo commento sarà pubblicato non appena approvato dall'Amministratore entro 24h. Si raccomanda di non usare questo spazio per fare commenti o domande su argomenti che non centrano con quanto scritto nel post che ti accingi a commentare. Se hai delle richieste specifiche clicca qui: Scrivici. Non si risponde tramite questo servizio poiché non sempre vi è la certezza che l'utente riceva o legga la risposta. Puoi usare questo spazio anche per esprimere apprezzamenti, nel rispetto delle norme della buona educazione e del regolamento del sito.

Gli utenti che utilizzeranno questo spazio per scrivere insulti a noi o altri utenti del blog, bestemmie o inviare link con virus o materiale illegale, saranno segnalati alla Polizia Postale.