Ricerca

Visite al sito

ViM Traductor...

Corsi...

CORSO RIPROPOSTO, IN ARRIVO IL NUOVO VOLANTINO

Il nuovo corso avrà inizio a fine ottobre e avrà lo stesso numero di lezioni e titoli di argomenti, ma le lezioni saranno di 2 ore! Per ogni info sul corso, contattare il recapito nel volantino.

Da gennaio 2018, ci sarà il CORSO DI STORIA MEDIEVALE A CONFRONTO CON LA SOCIETÀ' MODERNA di 7 lezioni.



Le Vesti del Perdono

Le Vesti del Perdono
Il progetto della ricostruzione dei costumi della miniatura di Donizone, dedicata al Perdono di Canossa

Costume storico

Questionario

Questionario
Questionario sulla rievocazione storica ed il costume.

Viandanti del blog...

Vivere il Medioevo 2014. Powered by Blogger.

Laboratori creativi


InstaViM

La nuova pagina Instagram



I più letti...

Costumi per le bambole - Personaggi storici - Teodolinda

Carissime mamme, in questo articolo vi faccio vedere uno dei cartamodelli medievali più semplici che conosco per le bambole delle vostre figlie, sempre meglio di certi abiti corti a livello inguinale che fanno clamore e scandalo, perdonatemi, ma le bambole moderne oggi, ad eccezione di Barbie…e qualche altra, sono davvero dei mostri con gambe lunghe il triplo del dovuto e sottili come stuzzicadenti. La barbie sarà anche una donna, ma in precedenti articoli ho già detto quello che penso di una bambola che invece, secondo me, può essere educativa entro certi limiti. Io occupandomi di costumi medievali e storici non vi farò vedere abitini da sera o cose simili. I costumi storici piacciono a grandi e piccoli e penso che ogni bambina sarebbe felice di poter avere il suo esemplare da collezione, magari non compero, ma fatto dalla mamma e vi garantisco che quando siamo noi mamme a farlo i figli sono più contenti e il dono ha forse più valore di quello compero. Non saremo le sarte della Mattel o di Valentino, ma meritiamo comunque a mio parere.


L’abito lo potete realizzare con maglina da felpa o vellutino, meglio anche la ciniglia, io ho usato dei ritagli di una felpa leggera bianca, ma va benissimo anche la normale maglina. Usate aghi per tessuti elasticizzati facendo attenzione durante la cucitura a non tirare perché l’ago si spacca, e io ne so qualcosa…ne ho rotti parecchi, anche magari senza volerlo, basta tirare un attimo e trac, c’è da impazzire! Altra cosa, non mettete mai l’ago in posizione 2 o a destra, è ancora più facile romperlo. Per la lunghezza del punto usate 2-3, va bene anche il 4 e punto dritto. Detto questo procediamo.

Occorrente

  • 0,5 m di tessuto di maglina bianca o bianco latte
  • 0,5 m di fodera dorata o oro
image
  • Filo dorato da uncinetto
  • Ago da ricamo
  • Filo effetto pelliccia come in foto
      image
      • Filo in tinta per la macchina da cucire
      • Uncinetto n. 4

      Il cartamodello

      • Tenere 0,5 cm di margine cucitura per i lembi che vanno attaccati tra loro
      • Tenere 0,5 cm di margine per l’orlo della gonna, l’orlo potete anche farlo semplice ma usate un punto nella macchina lungo 2 per meglio trattenere la trama
      • Nessun margine di cucitura per il mantello
      • Margine di cucitura 0,5 cm per le maniche
      • Margine di 0,5 cm, 1 sola volta per il dietro degli abiti per l’allacciatura
      Ricalcate tutte le parti del cartamodello, scrivendovi sopra il numero e il nome del pezzo e sui lati laddove è scritto il lato
      Ritagliate i pezzi e applicateli al tessuto, fermandoli con degli spilli dalla testa grossa. Il ritaglio fa effettuato secondo il seguente schema:

      1 davanti – x1
      2 dietro – x1
      3 manica – x2
      4 mantello – x 2

      Procedimento

      Il procedimento per la realizzazione di questo abitino è quello analogo ad un vestito da persone. Consiglio di cucirlo a macchina per le parti come l’assemblaggio dei pezzi più grandi, mentre a mano consiglio la realizzazione della cucitura della manica all’abito. Gli orli della gonna vanno fatti per primi, quelli di maniche e collo per ultimi, prima di fare il mantello. La realizzazione dell’orlo alla manica ed al collo avviene piegando una volta sola il tessuto e cucendo con punto sorfilo con il filo d’orato. La tecnica del sorfilo è quella illustrata già altre volte:

      image

      Nel caso dell’orlo delle maniche e del collo, il sorfilo va fatto in modo che il punto abbracci tutti e 5 i millimetri dell’altezza dell’orlo, i punti inoltre vanno fatto ad una distanza di circa 0,5 cm l’uno dall’altro, procedendo da destra verso sinistra. Sia per le maniche che per il collo si procede con tre giri di punto basso o maglia bassa togliendo due punti per lato dietro al collo ad ogni giro.
      1. Assemblate davanti e dietro del vestito dopo aver fatto gli orli alla gonna
      2. Attaccate le maniche a mano con punto sorfilo
      3. Fate l’orlo dietro al vestito della bambola contando gli 0,5 cm di orlo detti prima
      4. Cucite 2-3 automatici sul dietro del corpino di Barbie, con filo in tinta del tessuto.
      5. Fate gli orli alla manica ed al collo

      Il mantello

      Per il mantello potete usare sia il cartamodello che trovate nel foglio sia il classico schema della semicirconferenza che potete realizzare con il compasso. Il secondo tipo di mantello è meglio perché è quello che vi permetterebbe di fare poi ricami schematici, ma va benissimo anche l’altro. Per fare un mantello a semicirconferenza vi posto il cartamodello, oppure potete farlo voi disegnando un quarto di circonferenza con raggio 30 cm e uno con raggio di 3 cm partendo dallo stesso punto di origine. Bisogna fare un mantello double-face cucendo ai lati e lasciando aperto il collo che chiuderemo una volta messo il mantello alla dritta e una volta stiratolo per fissare la piega, come nel disegno. Importantissimo, non usiamo temperature alte perché il raso (sia a due facce sia quello comune di fodera sintetica si può attaccare e arricciare e raggrinzire irrimediabilmente), teniamo quindi la temperatura minima per sintetici.



      Il tessuto va praticamente piegato in quattro per ottenere due facce del mantello che andremo a cucire come nel disegno che segue:



      Una volta che lo abbiamo cucito mettiamo alla dritta e prima manualmente cerchiamo di piegare le cucire in modo che vengano ben distese lungo l’arco facendo attenzione a non creare pieghe secondarie che ci rovinerebbero tutto, poi andiamo a stirarvi sopra. Infine si procede a chiudere il collo, facendo da fuori una piega interna per lembo e cucendo con la macchina, come in figura.



      Per il ricamo, che è facoltativo dobbiamo disegnare con una saponetta (no matita scura, no matite da sartoria, alcune fodere fregano e tengono il colore), una griglia di quadrati di 4 x 4 cm, aiutandoci con un regolo per non impazzire. La griglia la creiamo partendo, come in figura, dal collo e non dal bordo.



      Ora partendo dalla croce “+” di ogni punto facciamo quattro punti foglia disposti per lato, in modo da avere il seguente risultato.



      Il punto voglia ricordiamolo è questo:


      Noi però dobbiamo farlo in modo che i punti siano alterni tra loro, a due a due. Il ricamo fa eseguito con il filo dorato e finito questo si fa l’orlo al mantello.
      Ora andiamo a cucire con il sorfilo, usando sia il filo di lana sia quello dorato intorno ai lati. I punti devono essere alti circa 0,5 cm e distanti altrettanto e poi facciamo due giri di maglia alta, tenendo sempre la coppia di fili, per tutto il bordo, aggiungendo di tanto in tanto un punto per ogni giro in modo da mantenere la forma circolare. Chiudiamo il mantello in alto facendo due giri di maglia bassa con la coppia di fili. Il nostro vestito è pronto per essere indossato.

      Download:

      Il cartamodello è in formato *.jpg. Prima di stamparlo, imposta le dimensioni del file all’A4, altrimenti non potrai utilizzarlo! Il cartamodello è da ricalcare ed è al netto dei margini di cucitura!

      Istruzioni fileScarica cartamodello

      0 commentarium:

      Posta un commento

      Gentile Viandante, il tuo commento sarà pubblicato non appena approvato dall'Amministratore entro 24h. Si raccomanda di non usare questo spazio per fare commenti o domande su argomenti che non centrano con quanto scritto nel post che ti accingi a commentare. Se hai delle richieste specifiche clicca qui: Scrivici. Non si risponde tramite questo servizio poiché non sempre vi è la certezza che l'utente riceva o legga la risposta. Puoi usare questo spazio anche per esprimere apprezzamenti, nel rispetto delle norme della buona educazione e del regolamento del sito.

      Gli utenti che utilizzeranno questo spazio per scrivere insulti a noi o altri utenti del blog, bestemmie o inviare link con virus o materiale illegale, saranno segnalati alla Polizia Postale.